mercoledì 9 aprile 2014

MIGHTY FM 5x17 - Elita DWF9 #SPACEMAKERS part two


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
Dopo la preview di sabato scorso con i Notwist (martedì 8 anche a Bologna), l'Elita Design Week Festival di Milano apre ufficialmente le danze e MIGHTY FM prosegue il suo excursus sulla ricchissima programmazione della nona edizione dal titolo #SPACEMAKERS. Nella scorsa puntata abbiamo parlato degli eventi che hanno preceduto e inaugurato il festival arrivando fino alla serata del Day 1 (9 aprile), e da lì riprenderemo per parlare degli appuntamenti che vanno dalla notte di clubbing dello stesso giorno fino alla chiusura di domenica 13. Con Todd Terje, Julio Bashmore, Madlib, Hudson Mohawke, Tale of Us, Mind Against, Andrew Weatherall, Dead Heat, Daphni, Four Tet, Psychemagic, Sven Väth, John Talabot, Uabos, Wolf+Lamb, Soul Clap e anche PillowTalk!

mercoledì 2 aprile 2014

MIGHTY FM 5x16 - Elita DWF9 #SPACEMAKERS part one


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
Aprile tempo del Salone del Mobile di Milano, evento di rilevanza mondiale che vede concentrata nella capitale italiana del design e della moda la massa critica dell'intellighenzia creativa che accorre per l'evento fieristico principale ma forse ancora di più per tutte le altre attività collaterali del Fuorisalone di cui l'Elita Design Week Festival è l'indiscussa e qualitativamente ottima colonna sonora. Giunta alla nona edizione dal titolo #SPACEMAKERS, la rassegna si dispiega in cinque giornate intensissime anticipate da vari appuntamenti e MIGHTY FM ne illustrerà i contenuti in due puntate molto speciali. Con His Clancyness, DARKSIDE, The Notwist, Tony Allen, Moodymann, Owlle, Clean Bandit, Levante, Happa, Wild Beasts, Girls in Hawaii e Joan As Police Woman. E forse altri ancora.

mercoledì 19 marzo 2014

MIGHTY FM 5x15 - METRONOMY "love letters"


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST

Tempo di primizie a MIGHTY FM con un disco che ben si adatta alla transizione tra inverno e primavera, contenendo in sé una buona dose di malinconia ma anche un fremito, un friccicorino tale che non puoi impedirti di battere il piede al ritmo retrò-sincopato della musica di Joseph Mount e dei suoi METRONOMY. Band dal suono squisitamente britannico nella sua declinazione più eccentrica - dalla dance music innovativa degli esordi al pop raffinato del lavoro precedente –, i Metronomy si meritano pienamente una puntata delle nostre per la loro continua evoluzione confermata dal nuovissimo quarto album “Love Letters”, proseguimento di un percorso che li vede ancora abitare nell’english riviera ma fuori stagione, senza turisti edonisti e spensierati, quando la riva piena dei rifiuti portati dalle mareggiate. Senza cedere al canto delle sirene delle aspettative “Love Letters” nei momenti più incisivi pesca negli anni ’60 e ’70 spaziando dal pop barocco alla new wave all’elettronica tedesca, alternandone altri in cui le trame sono più abbozzate ed effimere come un ‘ti amo’ sulla sabbia...scusate le metafore marine ma I’m Aquarius! Con Coldplay, Lykke Li, St. Vincent, Sébastien Tellier, Soulwax, Hot Chip, The Chap, Franco IV e Franco I e Tasmin Archer.

mercoledì 12 marzo 2014

MIGHTY FM 5x14 - TYING TIFFANY "drop"


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST

MIGHTY FM torna dopo una breve pausa per parlare di TYING TIFFANY e del suo recentissimo “Drop” proprio in concomitanza con la sua seconda partecipazione al prestigioso SXSW Festival di Austin. Padovana di nascita e bolognese di adozione (come recitano tutte le sue bio), Tiffany ha sempre avuto una solida fan base italiana conquistandosi credito e stima presso il pubblico e l’industria cinematografica d’oltreoceano e prima ancora presso i guru tedeschi del dancefloor. Non capita spesso di occuparci di artisti italiani e quando lo facciamo è per l’afflato internazionale/universale della loro proposta musicale che nel caso della carriera di Tiffany ha cavalcato EBM, industrial, darkwave e synthpop per approdare ad un quinto album che si richiama all’elettronica degli anni ’90 in tutte le sue declinazioni: dall’ambient all’acid house, dal goth al pop. Un disco che nasce dal desiderio di solitudine quasi misantropica dopo più di un decennio di vita frenetica e rumorosa; il risultato della ricerca di un suono più organico e caldo o, per dirla con Tiffany stessa, “ciccione”... Con Atari Teenage Riot, 808 State, The Bloody Beetroots, Miss Kittin, Plastikman, Costanza, T.T.L., Soviet Soviet, Technogod/Tack At, Crystal Castles e...CCCP Fedeli alla linea.

venerdì 7 marzo 2014

KINODROBOT


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST

Per la serata in collaborazione tra roBOt Festival e Kinodromo sono stata reclutata per fornire un tappeto sonoro elettronico-cinematico in attesa della bellissima performance 'Shestaya' di Matteo Bennici e delle proiezioni dei lavori di Carsten Nicolai, Field e Andrew Huang. Questo, più o meno, è il risultato... http://www.kinodromo.org/robot-paths/ http://www.robotfestival.it/2014/ita/index.html

mercoledì 19 febbraio 2014

MIGHTY FM 5x13 - SAVAGES "silence yourself"


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST

Ma come, solo ora?! Dopo che LE SAVAGES hanno fatto bella presenza sui palchi di tutti i festival estivi e in tutte le classifiche di fine 2013? Dov’era MIGHTY FM quando questo quartetto esplosivo ha cominciato prepotentemente a far parlare di sé? …Sotto il palco a guardarle, appunto, alla fine della scorsa stagione radiofonica. Ma le Savages il 26 febbraio arriveranno a Bologna al Locomotiv Club offrendoci un’altra occasione di parlare di “Silence Yourself”, disco di debutto scarno essenziale potente e grezzo. Frutto di un manifesto non solo espresso implicitamente attraverso i loro pezzi ma messo nero su bianco, scritto sulla copertina (con buona pace di Sufjan Stevens), che ci ricorda come musicalmente l’essere umano non si sia poi evoluto così tanto. Paragoni semplici ma non banali, riferimenti vocali ed estetici prevedibili ma efficaci, una riproposizione convincente e credibile di quell’eccitante momento storico in cui nel Regno Unito il punk si trasformò in new wave. Con tutti quelli che si immaginano e qualche outsider E cioè Siouxsie and the Banshees, Elctrelane, Hindley, Suicide, British Sea Power, PIL, Lescop, PJ Harvey, Bo Ningen, The Organ, Joy Division, John & Jehn, PJ Harvey e...Étienne Daho.

mercoledì 29 gennaio 2014

MIGHTY FM 5x12 - COVERS BEFORE 43


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST

Sembra incredibile ma dall'inizio della nuova stagione non era ancora stata concepita una puntata tutta dedicata alle cover che MIGHTY FM tanto ama...e l'occasione per farla ci viene data da una ricorrenza imminente di cui approfittiamo per ricordare le canzoni che ci hanno emozionato in the prime of our life. Canzoni reinterpretate secondo le due uniche scuole di pensiero possibili: fedeltà all'originale o rilettura creativa e a volte spiazzante. In ogni caso una bella passeggiata down memory lane. Con Siouxsie & The Banshees, Soundgarden, Bauhaus, The Smashing Pumpkins, Joy Division, Nirvana, XTC, Sinéad O'Connor, David Bowie, Whitney Houston, The Cure, Billy Idol, Tears for Fears, Prince, The Smiths, Cyndi Lauper, Pixies, U2, Robert Palmer, The Cranberries, The Righteous Brothers, New Order e naturalmente Madonna. Cioè con CHVRCHES, Lykke Li, Chromatics, Lorde, Warpaint, Capital Cities, Ok Go, Passion Pit, Twin Shadow, Cibo Matto, Sufjan Stevens, Angus Stone, LCD Soundsystem, Florence + The Machine, Fink e altri gruppetti sconosciuti.